Post con il tag: "(Natura)"



ARCHEOLOGIA · 17. settembre 2020
Nel I millennio a.C. i fenici crearono un vasto impero commerciale che si estendeva nel bacino del Mediterraneo. La merce più pregiata era la porpora, nota come viola di Tiro, una tintura ottenuta da un umile mollusco, ma il cui peso aveva il valore dell’oro. Nei secoli successivi la porpora divenne simbolo di potere, ricchezza e prestigio, tanto da essere usata da re e imperatori. Lo stesso termine ϕοινίκεος “fenicio”, utilizzato dai greci per indicare l’attuale Libano, significava ‘’purpureo’’
POPOLI & TRADIZIONI · 05. settembre 2020
I paesi balcanici hanno mantenuto uno stretto legame con le antiche tradizioni pagane legate alla dimensione agreste. Quasi tutte le usanze hanno avuto origine prima delle incursioni romane e slave nella penisola. I due popoli che hanno lasciato il maggior numero di rituali sono i Traci e i Daci. Entrambe le civiltà praticavano culti pagani che hanno resistito all’avvento del cristianesimo. Uno dei rituali più mistici è la Paparuda o Dodola, un antico rito per invocare la pioggia.

POPOLI & TRADIZIONI · 31. agosto 2020
Halfeti è uno dei luoghi più straordinari della Turchia. La sua storia millenaria è legata alla coltivazione della rosa nera, un particolare tipo di rosa che cresce solo sulle rive di questo villaggio sommerso dalle acque dell’Eufrate. Nonostante i tentativi di coltivarla altrove, il suo nero è rimasto fedele alla sua terra e all’acqua del suo fiume. La rosa nera è il simbolo del legame che unisce gli abitanti di Halfeti alla loro amata città sommersa.
POPOLI & TRADIZIONI · 28. agosto 2020
Il calendario delle feste tradizionali della Romania è denso di appuntamenti. Le celebrazioni più conosciute sono legate al Natale, ai giorni che precedono l’Epifania e all’inizio della primavera. Ci sono, tuttavia, altre feste meno note, ma che hanno un fascino misterioso. Tra queste, le più antiche sono la Festa di Dragobete e la Sânziene. Entrambe di origine daco-getica, queste celebrazioni rendono omaggio all’amore universale e alla fertilità.

POPOLI & TRADIZIONI · 25. agosto 2020
Il caffè è parte integrante della cultura dei paesi arabi e i rituali elaborati associati al suo servizio e alla sua preparazione sono diventati autentici patrimoni da tramandare e salvaguardare. Servire il caffè è un aspetto basilare dell’ospitalità nella società araba ed è considerato un atto cerimoniale di generosità. Il rito del caffè è ben riassunto da un proverbio beduino che dice: ‘’Quando arriva un ospite, è un principe. Quando si siede, è un prigioniero. Quando se ne va, è un poeta’’.
ARTE & MUSEI · 16. agosto 2020
Alla scoperta del Giardino Majorelle, l’Eden della caotica Marrakech in cui le forme cubiste si fondono con lo stile berbero. Questo equilibrio perfetto tra natura e design fu possibile grazie alla creatività del pittore orientalista Jacques Majorelle e al restauro del genio della moda Yves Saint Laurent. Il blu intenso, il suono dell’acqua e la sorprendente varietà di piante, stregano da quasi un secolo chi ha varcato la soglia di questo microcosmo di pace.

ARCHEOLOGIA · 13. agosto 2020
La zona meno esplorata del Sahara, conosciuta come il Grande Mare di Sabbia, si trova tra la Libia e l’Egitto. In questa distesa desertica di oltre 72.000 chilometri quadrati, si trovano dei territori di grande impatto visivo che sono rimasti sconosciuti fino al XX secolo. Fu solo alla fine degli anni '20 e all'inizio degli anni '30, che il deserto libico divenne meta di alcuni impavidi esploratori, inviati per mappare questa zona ancora sconosciuta, ma molto importante ai fini bellici.
POPOLI & TRADIZIONI · 13. agosto 2020
La Paneuritmia è una danza meditativa che lavora sul piano spirituale, mentale e fisico, per armonizzare l’uomo con l’universo. Questa forma di misticismo danzante nasce dagli insegnamenti spirituali di Peter Deunov, il più influente leader spirituale bulgaro. L’Amore che porta la Vita, la Saggezza che dà la Luce, la Verità che dona Libertà erano i principi su cui si basava la sua dottrina e la sua stessa vita, come testimonia l’aiuto nei confronti degli ebrei bulgari durante il regime nazista.

POPOLI & TRADIZIONI · 23. luglio 2020
Se per noi occidentali il latte di cammello è una novità, nel Nord Africa, in India e nella penisola arabica è stato da sempre uno degli alimenti basilari delle popolazioni nomadi. Gli antichi egizi lo utilizzavano per fare bagni di bellezza e anche il filosofo Aristotele elogia nei suoi scritti le qualità del latte di cammello, disprezzando i prodotti derivati dal comune latte di vacca. Io l'ho bevuto in Marocco tra le rosse dune di Merzouga. Ecco la storia di quel giorno speciale.
POPOLI & TRADIZIONI · 21. luglio 2020
Dal Maghreb al Vicino Oriente, la palma da dattero ha avuto per millenni un ruolo fondamentale nello scambio e nella circolazione della cultura. Oltre a fornire riparo e sostentamento, la coltivazione della palma da dattero ha sostenuto l’economia e dato vita a molte tradizioni sociali. Per celebrare e preservare l’antico legame che unisce questa speciale pianta con i popoli che da sempre la coltivano, l’Unesco ha inserito la palma da dattero nella lista dei Patrimoni Culturali Immateriali.

Mostra altro

SEGUI

SCRIVI

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER